martedì 1 gennaio 2008

Visuali interne


Le dita sfiorano il marmo freddo della mia camera,
l’aria plumbea, il buio consueto attorno a me,
atmosfere arseniche si mischiano con la mia anima,
in equilibrio instabile su onde lascio naufragare
la delusione, il dolore, la rabbia,
ferme, in questo istante
su foto, come segni di unghie su un muro.

4 commenti:

Gian Mario ha detto...

... solitudini che si sfiorano...

Adynaton86 ha detto...

Lascia pure che le delusioni vadano alla deriva... e che questo 2008 sia per te un anno di approdi, porti, rinnovamento :) Le unghiate sul muro, le lasciamo un po' tutti. A presto e un abbraccio :)
Ady

Deb® ha detto...

Visual molto belle e parole che catturano ... sicuro che sei nel settore agricoltura? :)

Anonimo ha detto...

good start